Crea sito

DOLOMHATE,”Happy Ending Suicide” è il controverso concept album di debutto!

Comunicato:

Dopo Naked Disguise l’ultimo estratto e opening track del concept album Happy Ending Suicide dei DolomHate, ora è il momento del loro debut album

Il singolo apripista “Naked Disguise” rappresenta il primo step della follia del protagonista il quale viene assalito dalla primordiale natura del suo essere, “l’io interiore”, che terrorizza ed è capace di distruggere tutte le sovrastrutture imposte all’uomo dalla società moderna.Collocato in una situazione di assoluta impotenza, l’uomo viene travolto dal disordine caotico dei meandri più oscuri della propria mente.Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale diretto e prodotto da Hans Johann Di Maria e Andrea Rampi, in cui il colore rosso, rappresentato del malessere, fa da padrone. 

Otto brani dall’animo cupo compongono il primo concept album dei DolomHate. Una storia di dolore mentale e fisico che passa dai diversi stadi della follia e si conclude con la peggiore delle soluzioni.

Naked Disguise
Opening track dell’ album e secondo singolo estratto, rappresenta il primo stadio di follia del protagonista, in cui si rende conto che c’è una nuova parte di sé che sta prendendo il controllo.

The Fire Beyond the Fall
In questa traccia l’alter ego del protagonista ormai è sempre più potente e dominante e decide di prendere in mano le redini della situazione per cominciare a giocare secondo le sue regole.

Socially Critical
La trasformazione è completata, l’alter ego “malvagio” ha vinto ed ora avverte, compiaciuto, della sua pericolosità, pianificando le prossime mosse per colpire dove fa più male.

Blood Must Have Blood
La vendetta che si realizza nel modo più violento. Il brano è un susseguirsi di atti cruenti e istintivi, l’unica cosa che può dare un certo tipo di sollievo all’animo del tormentato protagonista.
Il pezzo è stato scelto come singolo di debutto della band.


Mad Men
La nuova personalità ha ormai pieni poteri e arruola orde di nuovi alleati, un nuovo esercito di persone guidate unicamente dalla follia e dal caos con l’intento di attaccare e intimidire la società.

I Tried
Ultimo sprazzo di lucidità del soggetto, l’ultimo colpo di coda di una personalità ormai completamente in balia della pazzia, qui cerca di spiegare le motivazioni che l’hanno portato ad essere ciò che è ora.

Phobetor’s Night
Quando ti abbandona anche il sonno, tutto ciò che ti circonda diventa cupo, oscuro, i demoni ti sembrano reali e tu sei lì, inerme, paralizzato nel letto ad assistere a questo tetro spettacolo.

Happy Ending Suicide
A conclusione della storia la title track, scelta non a caso.
Il protagonista ha ottenuto ciò che voleva, giusto o sbagliato
che sia. Rimane solo un ultimo tassello nel puzzle, incidere un bel sorriso nella propria gola per concludere l’ultimo capitolo.

 DolomHate è un nuovo progetto musicale nato dalle ceneri della precedente band “Full Leather Jackets”, formatasi nel 2013 a Pieve di Cadore, dall’idea di Giovanni Svaluto e Ivan Tabacchi. In seguito ai diversi cambi di formazione e il sound rinnovato, che da un classico heavy metal si è spostato verso i più decisi suoni del thrash metal, i membri del gruppo hanno deciso di porre fine al progetto passato per reinventarsi nei “DolomHate”.La nuova formazione è in procinto di rilasciare Happy Ending Suicide, il debut album, nei primi mesi del 2021 anticipato di singoli Blood Must Have Blood e l’ultimissimo Naked Disguise. 

Spotify: https://spoti.fi/37f6fde
YouTube: https://bit.ly/34aQ6DK
iTunes: https://apple.co/3oRjw1v
Deezer: https://bit.ly/3mjVD0K
Amazon: https://amzn.to/3mhv38O
 Facebook: https://www.facebook.com/DolomHate/

Instagram: https://www.instagram.com/dolomhate/