Crea sito

HURRICANE ha pubblicato il nuovo singolo “Magical (Invisible)”

Ci eravamo già occupati di lui e del suo sound evanescente, che ricorda le distese grigie inglesi, ricche di atmosfere e dalla voce suadente accompagnata da un arpeggio di chitarra.

Comunicato:

Dopo l’uscita a fine luglio di questo singolo, Hurricane si è esibito per Da Vicino Concerti (Verona) e in apertura a The Niro per la rassegna Effimera a Roma. A ottobre ha accolto l’invito di Red Ronnie al suo Premiato Circo Volante, presentando in anteprima “Magical (Invisible)”.

“Magical (Invisible)” sintetizza un’emozione terribile e pacifica allo stesso tempo, raccontando la storia di una coppia di amanti divisa dalla morte terrena di uno dei due. Una sensazione di abbandono amplificata dal silenzio delle azioni quotidiane, ma lenita dalla presenza dell’altro percepita come vera, tangibile, seppure invisibile. Il dialogo che si instaura tra chitarra e voce, quasi a raffigurare la coppia di amanti, conferma la predilezione di Hurricane per la dimensione intimista. 

Il mio desiderio è che questo brano possa essere una luce per chi si sente abbandonato, un faro sempre presente che accompagni fino all’arrivo dell’alba, poiché nella notte della solitudine tutto sembra invisibile: “Stay with me until the dawn / And let me see the invisible / Since you became magical”.L’amore non si può vedere, come la musica, eppure è tutto ciò che ci serve. Ho messo amore in “Magical (Invisible)”, spero che arrivi dove ce n’è bisogno” H. 
La foto scelta come cover del brano, volta a richiamarne l’atmosfera intima e spirituale, è un’opera di Chiara Previtali, fotografa che Hurricane ha conosciuto in occasione della rassegna Brilla al Circolo Ohibò di Milano e con la quale è subito scattata una grande sintonia e stima reciproca. 
 Il brano è stato stato mixato da Federico Carillo al Monnalisa Studio di Milano.
foto di Stefano Stranges

Classe 1995, Hurricane, pseudonimo di David Maria Campese, è un cantautore e produttore vicentino che vive fra Milano e Londra. Inizia a suonare la chitarra e comporre i primi pezzi a undici anni; dopo gli studi accademici in chitarra classica e musica elettronica, si trasferisce a Londra dove suona con i Nysza e come turnista in diversi locali storici e si diploma in songwriting al BIMM (college di musica in cui hanno studiato, tra gli altri, James Bay, Tom Odell, The Kooks). La sua musica affonda le radici nel folk inglese e unisce la potenza di una voce dalle molteplici sfaccettature ad uno stile chitarristico fondato sull’utilizzo di accordature aperte, fingerpicking e tecniche percussive. I testi dei suoi brani si sviluppano per immagini e cercano di descrivere ciò che spesso non è possibile riconoscere ad occhio nudo, come il rapporto con il divino e la crudezza del mondo in cui viviamo

https://www.youtube.com/channel/UCqe0-dsU5bUFDNZ4Zb3pffg

https://www.facebook.com/solohurricane/

https://www.instagram.com/solohurricane/