Crea sito

“Vite Sottovuoto” è il nuovo album della band Effetti Collaterali

E’ bergamasca e si è formata recentemente, nel 2018. Ma appena parte la prima nota rimani incollato per ascoltare come il pezzo si sviluppa. Sono tutti brani inediti i loro e interpretati in italiano. A volte hanno il sapore aspro del rock anni ’70.

Non vogliamo rinchiuderci e ingabbiarci dentro parole o presunti generi musicali, i generi musicali come tutte le classificazioni in generale, sono delle gabbie, ma noi siamo contro ogni tipo di gabbia! Preferiamo che chi ci ascolti si faccia la sua libera e incondizionata idea su di noi e sulla nostra musica”.

Il 25 Novembre 2020 è uscito su tutti i digital store il primo album che si intitola “Vite Sottovuoto”, anticipato dal singolo “Mallory” di cui è stato realizzato anche un videoclip.

“Il singolo si ispira alla figura di Mallory Knox del film “Natural Born Killers”, un film del 1994 diretto da Oliver Stone. Un personaggio estremo, fuori dagli schemi, una ribelle, libera da qualsiasi tipo di condizionamento sociale e giuridico/legislativo; figura che per questo ci ha affascinato e per cui abbiamo scritto questo brano”

Le loro radici partono dal Punk Rock – come la stessa band spiega – soprattutto come attitudine, ma si sviluppano e vanno a toccare anche altri generi musicali (Punk Hardcore, Garage rock, Crossover, Metal, Ska).

Alcuni dei riferimenti musicali a cui si ispiriamo sono: Bad Religion, Social Distortion, Ramones, Sex Pistols, Iggy & The Stooges e ovviamente gruppi italiani come: Punkreas, Derozer, Skruigners, Porno Riviste.

E sono sempre loro a raccontarsi, anche con una buona dose di ironia:

Fonti non ufficiali narrano che i membri del gruppo siano nati intorno agli anni ’30 in laboratorio, all’interno di un programma scientifico sovvenzionato e coordinato in assoluto segreto dallo Stato italiano.

Scopo di questi esperimenti era il controllo e la manipolazione della mente degli esseri umani. Durante questi esperimenti quattro di questi soggetti nati in provette, al contrario del resto dei soggetti, non rispecchiavano e non soddisfacevano le aspettative e gli obbiettivi per cui il programma era stato istituito, così vennero allontanati dal resto dei soggetti e abbandonati a se stessi in un luogo periferico dismesso e abbandonato, sicuri del fatto che essi non sarebbero potuti sopravvivere e quindi svilupparsi autonomamente.

Da qui il nome “Effetti Collaterali”, nome che fu dato dagli scienziati stessi per identificare questi quattro soggetti che al contrario degli altri non avevano reagito positivamente agli obbiettivi prefissati di tali esperimenti


E come stavamo dicendo, la band bergamasca, anche dalle pagine del sito ufficiale si racconta utilizzando una forte dose di humor

“Gli Effetti Collaterali – così si legge – fanno il loro esordio verso la metà degli anni settanta in piena rivoluzione nell’ambiente underground musicale, contribuendo attivamente alla nascita del fenomeno musicale che successivamente venne chiamato “Punk”. Fu Iggy Pop che assistendo ad un loro live in una bettola nei bassifondi dell’area industriale di Dalmine ne fu talmente colpito che decise di portarli con lui a New York condividendo il palco del “CBGB” per sette serate consecutive.

Serate leggendarie e deliranti in cui si respirava odore di piscio, sangue, alcol e sudore e una marea di gente che costipava all’inverosimile il locale, tant’è che parte del pubblico stanziava stabilmente sul palco in assenza di spazio. Da quelle serate in poi, sul palco del locale si susseguirono una serie di nuove band dai nomi assurdi, composte da membri che non avevano mai suonato uno strumento fino ad allora, contribuendo al successo del “CBGB”. Il fenomeno del Punk era iniziato!

Da li in poi si susseguirono performance di gruppi come Suicide, Wayne County & the Electric Chairs, Television, Ramones, Dead Boys, Mink DeVille, Talking Heads, Tuff Darts, The Shirts, The Heartbreakers, The Fleshtones. Di questa storia legata agli esordi degli Effetti Collaterali non si ebbe mai traccia in alcun articolo o documentario legato alla storia di quel periodo perché si volle insabbiare tutto ciò che riguardava il gruppo, in quanto erano personaggi scomodi che andavano zittiti ed eliminati; nei testi dei loro brani infatti si faceva accenno a ciò che accadde nelle sperimentazioni segrete finanziate dallo stato durante gli anni ’30 e tutto ciò doveva essere messo a tacere. Così dopo qualche mese dal leggendario live al CBGB nessuno sentì più parlare del gruppo tant’è che in giro si diceva fossero stati uccisi dalla CIA. Con gli Effetti Collaterali fuorigioco, molti gruppi si affibbiarono la paternità di alcuni loro pezzi grazie a cui ottennero il successo e l’attenzione del pubblico e delle case discografiche. Alcuni dei famosi pezzi punk che tutti conosciamo in realtà furono concepiti dagli Effetti Collaterali.

Probabilmente riusciti a scappare da New York infilandosi clandestinamente su un transatlantico, riuscirono a far ritorno in patria.

Da allora non si seppe più nulla dei componenti del gruppo fino al 2020, quando decisero di ritornare sulla scena underground italiana con la registrazione di nuovi pezzi e concerti live.

Ciò che avete letto riguardo le origini della band, provengono da fonti anonime che assistettero di persona agli eventi narrati, di conseguenza non troverete alcun documento storico che ne certifichi l’effettiva veridicità di quanto appena narrato. Le fonti grazie a cui si è potuto ricostruire questa storia hanno scelto di rimanere nell’anonimato in quanto gli interessi economici e politici sono talmente rilevanti che potrebbero causargli ritorsioni da parte dei governi coinvolti, che non vogliono si sappia nulla degli esperimenti condotti negli anno ’30, e da parte dalle case discografiche detentrici dei diritti su brani che probabilmente appartenevano agli Effetti Collaterali.

Per cui la veridicità di quanto riportato non può ritenersi ufficiale in quanto non esiste alcun documento che certifichi questa versione dei fatti.

La band Effetti Collaterali è composta da:

Mirko: VOCE

Paolo: CHITARRA/CORI

Daniel: BATTERIA/CORI

Carlo: BASSO

Instagram: @effetti_collaterali_band

Effetti Collaterali – Home | Facebook

LINK

Youtube ALBUM “VITE SOTTOVUOTO” https://www.youtube.com/playlist?list=OLAK5uy_kZttOuPzjuurhyNh2Ar9rGaZYwPlQtDJs –

Spotify ALBUM “VITE SOTTOVUOTO” https://open.spotify.com/album/4CDgMawZ2XdwTX9ueY2CMR?si=UneE25YGTFGLs4LwEjtLCw

Apple Music ALBUM “VITE SOTTOVUOTO” https://music.apple.com/us/album/vite-sottovuoto/1540252793

LINK Amazon Music ALBUM “VITE SOTTOVUOTO” https://www.amazon.it/gp/product/B08NLB3MN6/ref=dm_ws_sp_ps_dp

Un commento su ““Vite Sottovuoto” è il nuovo album della band Effetti Collaterali

  • 4 Gennaio 2021 alle 21:04
    Permalink

    Top! Mi piace molto il loro primo album!

I Commenti sono chiusi.